19 gennaio 2018

Investimenti in Borsa 2018: Azioni Consigliate nei Settori Ciclici

La generalità degli analisti finanziari ritiene che nel 2018 sia meglio investire in azioni che in obbligazioni. In particolare si consigliano investimenti in azioni di settori ciclici sia per gli effetti delle probabili scelte delle principali banche centrali che per le prospettive globali dei vari asset: più precisamente si ritiene che per meglio investire in azioni nel 2018 si debba guardare ai settori ciclici dell'equity rispetto ai settori difensivi.

Investire in azioni nel 2018, previsioni per utili e crescita economica -Tra i motivi vi è il probabile aumento dei rendimenti dei bond dovuto dai previsti aumenti dei tassi di interesse Usa da parte della Federal Reserve ma anche dal rallentamento e chiusura del Quantitative Easing della BCE. Da considerare anche il rafforzamento generalizzato del quadro macroeconomico. Gli effetti sul mercato azionario di questi fattori saranno positivi ad esempio sul settore finanziario ma negativo su quello delle utilities e dei "proxy obbligazionari".

Se i titoli azionari dei settori ciclici attualmente non sono a prezzi più convenienti che quelli dei difensivi, va considerato - per quanto esposto sopra - che le stime sugli utili fanno prevedere che proprio i ciclici saranno i principali protagonisti della crescita dei profitti 2018: comparti più favoriti il già citato finanziario, energia, tecnologia, materiali, industria.
Investimenti in azioni del settore energetico tra i favoriti del 2018 - Si ritiene che ci saranno dividendi sicuri in quanto la la crescita economica è generalizzata e contraddistinta tra un equilibrio di domanda e offerta, ma anche con sullo sfondo dei limiti di approvvigionamento (vedasi il recente accordo tra i paesi produttori di petrolio per limitare la produzione), tutti elementi che porteranno ad un aumento dei prezzi. Di questa evoluzione del settore energetico ne beneficeranno i settori dei materiali e i chimico.
indice settori energetici
Gli ultimi due anni dell'indice degli energetici europei
Attenzione a investire in azioni dei settori telecomunicazioni, beni di consumo e utility - Per questi titoli ci sono previsioni di profitti sensibilmente più bassi che i settori su indicati, anche se ci potranno essere margini di manovra in periodi di maggiore avversione al rischio o di indebolimento dei dati macro, che ci saranno anche nel 2018 e dunque richiedono flessibilità nella strategia di investimento.

Nessun commento: