20 dicembre 2017

Consigli di Investimento 2018 e Previsioni Macroeconomiche

Come investire nel 2018: previsioni su crescita economica e inflazione, gli investimenti migliori e più sicuri.
Per investire con profitto e minimizzando i rischi occorre avere almeno un'idea del quadro macroeconomico che fa da ambiente ai propri investimenti: vediamo dunque alcune previsioni per il 2018, ipotizzando tre scenari differenti che secondo gli esperti di Vontobel hanno diverse probabilità di realizzarsi, affiancando a ognuno alcuni consigli di investimento per delle indicazioni sulla composizione del portafoglio.

Consigli di investimento 2018 con situazione di crescita economica rallentata - Il meno probabile dei tre scenari macroeconomici previsti per il prossimo anno, solo il 10% di possibilità. Tra i problemi che potrebbero rallentare la crescita ci sono c'è anche l'esito delle elezioni italiane se non ci fosse ad una maggioranza definita, poi le tensioni internazionali di varia natura e in varie zone del mondo. Attenzione al Venezuela, se andasse in default o peggio potrebbe scatenare un effetto-domino in Sud America. Non si prevede recessione delle principali economie, con il Pil Usa in crescita dell'1.5% e il Pil UE in crescita dell'1%, ma in caso di rallentamenti sensibili la Federal Reserve potrebbe rinviare o ridurre i previsti aumenti dei tassi di interesse e la BCE continuare il Quantitative Easing invece di ridurlo progressivamente a zero (i tassi di interesse europei resteranno comunque ai minimi, è già stato confermato).

Con uno scenario del genere, gli investimenti consigliati sono quelli in oro e in bond governativi dei mercati sviluppati: poco rischio e profitti modesti, ma occorre proteggersi. Ovviamente meglio evitare commodities e mercato azionario in generale, ma ci sono comunque in ogni caso azioni consigliate su cui investire con un certo margine di sicurezza.

come investire nel 2018Consigli di investimento 2018 con situazione di ripresa dell'inflazione - Con una possibilità su quattro di realizzarsi secondo gli analisti di Vontobel, una ripresa consistente e generalizzata dell'inflazione porterebbe la BCE a chiudere il QE a settembre come previsto e magari ad alzare i tassi di interesse a fine anno, seppur di poco ovviamente, mentre la Fed Usa dovrebbe alzare i tassi più del previsto: insomma, un'accelerazione della normalizzazione monetaria.

Per chi volesse sfruttare al meglio una situazione simile, si consiglia di investire in commodities visto che l'aumento dell'inflazione sarebbe quasi certamente trainato da un aumento dei prezzi delle materie prime. Varie strategie alternative sarebbero possibili ma evitando obbligazioni high yield e bond governativi dei Paesi Emergenti.

Consigli di investimento 2018 con situazione di crescita economica - In pratica si tratterebbe della continuazione dell'attuale scenario di moderata crescita generalizzata e con un'inflazione a livelli bassi, seppur non più nulli in Europa come fino a tutto il 2016. Con incertezze politiche sia in UE che USA molto contenute e con il proseguimento delle attuali politiche monetarie da parte della BCE e della Federal Reserve, gli analisti di Vontobel ritengono questo scenario quello di più probabile realizzazione col 65% di possibilità.

La parte del portafoglio d'investimenti per sfruttare questa situazione è composta soprattutto da obbligazioni governative dei Paesi Emergenti in valuta locale, poi una buona quota di azioni europee (bene i bancari e gli energetici) e di liquidità in euro. Ridurre gli investimenti in oro e dollari.

Nessun commento: