6 gennaio 2018

Investire in Borsa nel 2018: Azioni Consigliate da Banca IMI

Le migliori azioni italiane per gli investimenti in borsa: previsioni Banca IMI, Milano in crescita.
Ftse Mib in crescita del 13%, buone valutazioni per l'azionariato italiano e buone probabilità di utili interessanti: queste le previsioni di Banca IMI per il 2018, che si prospetta dunque ancora un buon anno per gli investimenti in borsa. Tra le azioni consigliate su cui investire, principalmente ci sono quelle le big cap e in particolare made in Italy.

Le previsioni di Banca IMI sull'andamento di Piazza Affari nel 2018 - Per gli analisti della principale banca d'affari italiana, che ovviamente considerano gli scenari post elezioni (si voterà a marzo) i i livelli di premio al rischio, l'indice Ftse Mib segnerà un +7% a fine primo semestre e un +13% a fine anno. Il 2017 sta per chiudersi a circa +17%.

"Guardando al 2018 il mercato azionario italiano è attraente perché quota a sconto dell'11% rispetto alla media storica del suo p/e e presenta un basso rischio di profitti sotto le stime": in sostanza, le valutazioni sono positive e ci sono scarse possibilità di utili deludenti.
investire in borsa, le migliori azioni per il 2018
L'ultimo anno del Ftse Mib - grafico ottenuto con lo
strumento de Il Sole 24 Ore in data 13 dicembre 2017
Le migliori azioni su cui investire nel 2018 - Per gli analisti di Banca IMI sarà un buon anno per i titoli delle aziende italiane in quanto sono società che combinano internazionalizzazione e solidità, elementi che possono dare un buon vantaggio in uno scenario di crescita mondiale con forte spinta da parte dei Paesi Emergenti (infatti per le azioni dei mercati emergenti si prospetta un anno positivo). I consigli di investimento sono soprattutto tra le "blue chip", ovvero per i titoli del Ftse Mibtel delle 40 principali aziende italiane, ma pur prospettando per il Ftse Star una performance inferiore rispetto a quella delle blue chip tra il 5-10%, anche tra le mid cap e le small cap ci sono ottime possibilità:
"Grazie all'effetto Pir da inizio anno l'indice Ftse Star ha fatto il 35%, superando il +18% del Ftse Italia All Share e il +14% dell'indice europeo Stoxx Small 200, per il 2018 riteniamo che ragionevole un riallineamento del p/e dello Star rispetto alla media storica del periodo 2004-2016 o al peg 2018 dello Stoxx Small 22, il che porta a stimare un potenziale di rialzo tra il 5 e il 10%".
Quali azioni comprare nel 2018? Per Banca IMI tra le big cap questi sono i titoli su cui puntare: Autogrill  (target price a 13,5 euro), Cnh  (12,8 euro), Pirelli  (8,5 euro), Telecom Italia  risparmio (0,89 euro), Unipol  (5 euro). Con un giudizio add, quindi un po' più sotto ma comunque con buone prospettive: Banca Mediolanum  (8,2 euro), Enel  (6,2 euro), Fca  (16,9 euro), Unicredit  (20 euro) e Ynap (32,3 euro).

Queste invece le azioni di small e mid cap consigliate per gli investimenti nel 2018: Cairo (target 4,8 euro), Carraro  (6,2 euro), Lu-Ve  (10,9 euro), Maire  (5,7 euro), Panariagroup  (7,9 euro) e Zignano Vetro (9,6 euro). Giudizio add invece per Cattolica (10 euro), Ei Towers  (62,4 euro), Fila  (21,3 euro), Marr  (23,9 euro) e Sesa  (28 euro).

Nessun commento: