8 maggio 2016

Investimenti in Obbligazioni Societarie e Convertibili: Meglio dei Bond Governativi? Migliori Titoli e Consigli per Investire - Infografica

Gli investimenti in obbligazioni societarie, i cosiddetti bond corporate, sono valide alternative alle obbligazioni governative per il risparmiatore in cerca di investimenti sicuri a reddito fisso? La domanda è complessa, ma si può cercare di dare una risposta e delle idee da valutare per il proprio portafoglio d'investimento se il confronto è con i Titoli di Stato italiani ed europei, quelli generalmente più richiesti dai piccoli risparmiatori / investitori e che affrontano da oltre un anno una situazione di tassi praticamente a zero, situazione dovuta al Quantitative Easing della BCE e che durerà presumibilmente almeno fino a tutto il 2017 se non oltre. Abbiamo più volte affrontato la questione di come investire col QE in corso qui su ilportafoglio.info finanza, più di recente con le analisi Investire in Titoli di Stato nel 2016 Conviene? e Investire in Azioni e Obbligazioni con 3 Portafogli Misti Anche nel 2016, proseguiamo la trattazione alla luce delle conferme e delle novità giunte in queste settimane dalla Banca Centrale Europea ma anche dalla Federal Reserve Usa: in particolare vediamo obbligazioni societarie in euro, fondi obbligazionari corporate bond in euro e fondi in obbligazioni convertibili,  su cui puntare per investimenti a reddito fisso che diano rendimenti di un certo spessore, ovviamente senza troppi rischi.

Attualmente con le obbligazioni societarie si ottengono rendimenti superiori rispetto ai bond governativi, seppur non di molto. Va poi considerato che nei prossimi mesi i prezzi di alcune obbligazioni societarie potrebbero aumentare per via degli acquisti che darà la BCE nell'ambito del QE potenziato. Come abbiamo spiegato nel report Consigli di Investimento col Quantitative Easing in Corso è comunque il caso di diversificare tra titoli governativi e titoli corporate, per tutelarsi da ogni evenienza.
investire in bond corporate: quali obbligazioni sono consigliate per rendimenti buoni e basso rischio

Obbligazioni corporate in euro coi migliori rendimenti

Come potete vedere dalla tabella sopra e da quella sottostante sui fondi obbligazionari che investono in bond corporate in euro, oltre ai bancari esistono diversi altri titoli in vari settori tra cui pescare per obbligazioni ad alto rendimento. Certamente il tutto va commisurato al rischio sia per il teorico aumento del prezzo dovuto ai preventivati acquisti della BCE sia per la volatilità più elevata nel caso ci si rivolga a bond non investmente grade (obbligazioni high yield), che offrono maggiori rendimenti ma con un profilo di rischio maggiore

Comunque aziende quali Adidas, Telecom, Mediobanca, Exor, Volkswagen, Generali Finance ed i fondi obbligazionari BlackRock, Bnp Paribas, GAM, sono sul mercato da molto e danno maggiori garanzie e in questa fase di mercato i rendimenti sono superiori fino al 3% rispetto ai Titoli di Stato, anche quelli "più rischiosi" e più redditizi come gli spagnoli e gli italiani.
investire in fondi obbligazionari corporate bond in euro

Fondi obbligazionari in corporate bond in euro coi rendimenti migliori

Vantaggi corporate bond: ampio spettro di rendimenti, grande possibilità di diversificare, con i fondi obbligazionari la soglia d'ingresso è più bassa e accessibile a tutti Vantaggi obbligazioni convertibili: partecipano a parte dei trend rialzisti sui mercati azionari, meno volatili delle azioni, hanno la garanzia obbligazionaria ordinaria
Rischi corporate bond: non sono facili da valutare, i bancari non rientrano nel programma di acquisti della BCE e hanno ora più rischio per via delle nuove norme sui salvataggi bancari Rischi obbligazioni convertibili: rendimenti inferiori delle obbligazioni ordinarie, possibilità di perdita in caso di trend ribassisti sui mercati azionari, volatilità maggiore delle obbligazioni ordinarie

investire nelle obbligazioni convertibili in euro: i migliori fondi obbligazionari

Le obbligazioni trasformabili, o convertibili appunto, si dice che "vivono da obbligazioni ma possono trasformarsi in azioni": fatto sta che offrono meno rischi delle azioni di borsa ma più dei bond classici, offrendo al contempo maggiori rendimenti di questi ultimi. Il rischio sta ovviamente nei periodi di ribasso dei mercati azionari, come accaduto nella prima parte del 2016. Tuttavia in periodi di volatilità offrono una protezione dai ribassi maggiore dell'azionariato e, come rileva Nicolas Delrue di Unione Bancaire Privèe, la volatilità in Borsa di inizio anno ha gettato basi per opportunità di più lungo periodo in questo settore proprio per la loro minore volatilità implicita rispetto alle azioni e un'esposizione conveniente ai recuperi del mercato azionario. Questo perchè si prevede un recupero delle Borse che porterà a miglioramenti nel settore delle obbligazioni convertibili, attualmente sottoperformante rispetto alle reali possibilità. Da notare che il calo dei prezzi dovuto ai ribassi azionari ha portato ad aumenti dei rendimenti a scadenza, superiori in molti casi - europei in particolare - a quelli dei bond tradizionali con componente di rischio paragonabile.

Nessun commento: