4 gennaio 2022

Per i Prestiti Senza Busta Paga le Garanzie Sono Necessarie

Per un prestito senza busta paga il garante può essere necessario, ma anche altre garanzie possono andare bene.
I prestiti senza busta paga sono finanziamenti per disoccupati, precari, casalinghe e altre categorie che non possono portare a garanzia del prestito lo stipendio, una pensione o un'altra forma di reddito stabile. Spesso però, per un prestito senza busta paga serve un garante in sostituzione delle normali garanzie necessarie per un finanziamento, o in aggiunta a quelle che eventualmente si riesce a fornire (ad esempio una rendita da affitto).

Gli interessi di un prestito senza busta paga sono generalmente più elevati rispetto a quelli di altri finanziamenti perché è maggiore il rischio di insolvenza e le garanzie offerte dai richiedenti sono il più delle volte meno sicure di uno stipendio o di una pensione.

I finanziamenti senza busta paga sono prestiti flessibili, studiati per essere erogati a coloro che non riescono a disporre di adeguate garanzie al momento della stipula del contratto.

Con questa guida ai prestiti senza busta paga non intendiamo certo spingere chi non ha un reddito a chiedere un finanziamento, anche perché le conseguenze per il mancato pagamento delle rate del prestito sono le solite, ma solo fornire indicazioni a chiunque abbia la necessità di domandare un prestito anche se non possiede un reddito fisso.


Chi può chiedere un prestito senza busta paga

I finanziamenti senza busta paga sono i tipici prestiti per chi non ha un contratto di lavoro, quindi anche per disoccupati, studenti, casalinghe.

Giovani imprenditori e autonomi con partita Iva possono chiedere prestiti senza busta paga abbastanza facilmente pur non avendo entrate regolari: va precisato infatti che i finanziamenti senza busta paga sono prestiti di piccolo importo, dunque più facilmente rimborsabili se si ha una qualche fonte di reddito, anche se non fissa o particolarmente cospicua, come può succedere a chi ha appena avviato un'attività.

Anche chi lavora in nero può chiedere un prestito senza busta paga e dimostrando di avere delle entrate, seppur irregolari, ha possibilità di ottenere il finanziamento. Se poi può portare almeno una garanzia per il prestito tra quelle sotto indicate non avrà problemi nella richiesta.

Avranno più difficoltà a ottenere prestiti senza busta paga cattivi pagatori, protestati o pignorati, anche con eventuali garanzie, proprio perché le garanzie offerte quasi mai possono essere forti e stabili come lo stipendio o la pensione e dunque i precedenti relativi a mancati pagamenti peseranno moltissimo.

Le garanzie per prestiti senza busta paga e il garante

Dato che rientra tra i finanziamenti per precari e atipici, per ottenere un prestito senza busta paga necessario stipulare una polizza fidejussoria per assicurare almeno in parte il rimborso: la polizza ha costi aggiuntivi, ma spesso è indispensabile per ottenere una risposta affermativa alla richiesta del finanziamento.

Senza un'entrata fissa serve un altro tipo di garanzia, anche nel caso di un prestito come un finanziamento senza busta paga, e il garante è la garanzia più sicura per banche e istituti finanziari. Chiunque può fungere da garante per finanziamento: un parente, un partner, un amico.

Il garante di un prestito è un soggetto che con la sua situazione lavorativa o patrimoniale può intervenire se chi ha richiesto il finanziamento diventa inadempiente, ovvero il garante rimborsa il prestito solo in alcune circostanze, eccezionali e determinate, non può accollarsi il pagamento del finanziamento (tranne se c'è un patto privato da garante e richiedente).

In realtà ci sono anche altre garanzie per un prestito senza busta paga, il garante è la più "forte" ma non è detto che in sua presenza il finanziamento venga concesso, come anche è possibile che alcuni istituti non accettino un soggetto terzo per la copertura di un debito da parte del titolare del finanziamento.

Ad esempio il canone di affitto è una garanzia per un prestito senza busta paga molto accettata: non solo una casa ma anche immobili come un box, un ufficio, un capannone, oppure un terreno.

Possono essere usati come garanzia di un finanziamento senza busta paga beni mobili di valore di proprietà del richiedente, ad esempio auto, gioielli, quadri, libri, che la banca valuterà per far fronte alla garanzia per l'erogazione del prestito e che verranno pignorati in caso di mancato pagamento del rimborso.
Nessun commento: