7 novembre 2017

Le Migliori Banche Italiane per la BCE, la Bocconi e Altroconsumo

Tre diverse classifiche per individuare le banche italiane più affidabili.
Quali sono le banche italiane più sicure? Per rispondere a questa domanda che molti risparmiatori si pongono basterebbe forse dire "le più grandi", ma sarebbe una risposta parziale per quanto in realtà vera e poco opinabile. Tuttavia, avendo già spiegato nella guida Scegliere la Banca: i Rischi e i Parametri Principali che sono diversi i fattori da tenere in considerazione, vogliamo mettere a disposizione dei lettori de ilportafoglio.info le più aggiornate classifiche delle migliori banche italiane elaborate da varie associazioni e istituzioni, così da dare una panoramica il più completa possibile e dare un'idea di come vengono svolte queste comparazioni.

Classifica delle migliori banche italiane per la BCE valutate tramite CET1 ratio - Tramite i periodici stress test che coinvolgono le principali banche europee e la lettura dei bilanci, la Banca Centrale Europea valuta gli istituti in base ai dati patrimoniali e di solidità Sono prese in considerazione le banche quotate in Borsa, dunque le più grandi e controllate, che come detto nella guida indicata ad inizio articolo la quotazione sui mercati azionari è un elemento da considerare favorevolmente perchè impone obblighi in più e porta a controllo maggiori.
FinecoBank: 22,14% - Mediolanum: 21,9% - Generali: 17% - Mediobanca: 13,5% - BPER: 13,17% - Intesa Sanpaolo: 13% - UniCredit: 12,8% - UBI: 11,32% - Banco BPM: 10,4%
Il Common Equity Tier 1 ratio è un valore di bilancio, l'indicatore patrimoniale che evidenzia la solidità degli istituti bancari, e la BCE stabilisce un valore minimo di CET1 ratio per le banche di ogni paese dell'Eurozona. Per quanto importante non può essere preso come unico elemento di valutazione per l'affidabilità di una banca, comunque questi sono i valori minimi che la BCE ha indicato per le principali banche italiane:
Intesa Sanpaolo: 7,25% - UniCredit: 8,75% - UBI : 11,68% - BPER: 7,25%
banche  italiane più sicureClassifica delle banche più sicure secondo la Bocconi - La celebre università milanese ha eseguito a fine 2015 un'analisi comparata delle principali banche italiane utilizzando sette diversi parametri, compresi anche i costi dei conti correnti offerti ai clienti. Basandosi però solo sugli indici patrimoniali e altri relativi alla solidità, le prime posizioni furono le seguenti:
Intesa Sanpaolo - Ubi Banca - Banco Popolare* - Credem - Bpm* - Monte Paschi Siena - BPER - UniCredit - Credito Valtellinese - Banca Carige   [*fuse in Banco BPM da gennaio 2017]
Banche più sicure secondo Altroconsumo - L'associazione dei consumatori in questo 2017 ha elaborato la sua classifica delle migliori banche, che a differenza delle altre proposte in questo articolo comprende anche piccole banche locali, non quotate in Borsa: l'analisi infatti comprende 329 istituti bancari con almeno 10 sportelli ed è in base agli indicatori di solidità patrimoniale Cet1 ratio e total capital ratio. Altroconsumo ha creato un un punteggio da 1 a 1000 e una valutazione da 1 a 5 stelle, da qui è derivata questa classifica:
Banca Progetto: 900 punti 5* - Credito Fondiario: 759,45 punti 4* - Aletti e. C Banca di Investimento Mobiliare: 571,79 punti 4* - BCC di Napoli: 479,17 punti 4* - BCC di Turriaco: 416,02 punti 4* - BCC di Laurenzana e Nova Siri: 415,71 punti 4* - Banca Leonardo: 383,55 punti 4* - Binck Bank: 379,76 punti 4* - BCC Santeramo: 376,19 punti 4* - Banco di Sardegna: 367 punti 4* - Credito cooperativo di Anagni: 353,50 punti 4* - BCC di Triuggio e della Valle del Lambro: 351,69 punti 4* - CRA BCC di Battipaglia e Montecorvino Rovella: 347,62 punti 4* - Extra Banca: 346,43 punti 4* - BCC Regalbuto: 336,67 punti 4* - BCC di Cassano delle Murge e Tolve: 327,62 punti 4* - Banco Profilo: 312,50 punti 5* - Banca Reale: 305,12 punti 5* - Banca Sviluppo Economico: 303,57 punti 4*
Sotto ai 300 punti ma con cinque stelle ci sono Intesa Sanpaolo (246,19 punti), il gruppo Banca Generali (204,05 punti) Banca Mediolanum (239,29), Pop Emilia (217,36 punti), Banca Sella, Cariparma, Banca Reale, Finecobank, Banca Malatestiana Credito Cooperativo, Banca Agricolare Popolare di Ragusa, Artigiancassa (251,90), Banca Prossima. UniCredit ha ottenuto solo 2 stelle e un punteggio basso rispetto alla concorrenza (113,74 punti) e anche di MPS (150,24, rating sospeso dal 2016). Tra le altre big con un giudizio comunque buono si segnala Allianz Bank Financial Advisors (162 punti, 4 stelle).

Come scritto nel sito di Altroconsumo "Le banche più affidabili hanno ottenuto 5 stellette. Se la tua banca non è tra queste, non devi preoccuparti: per le banche che hanno ottenuto da 2 a 4 stellette non è il caso di iniziare a guardarsi attorno. Attenzione però, un folto campione di banche ha solo una stella, a cui si aggiungono quelle con giudizio sospeso". Sono 15 le banche peggiori in termini di affidabilità (rating di 1 stella) e tra queste ce ne sono diverse dell’Emilia Romagna e del Veneto: Banca Carim CR di Rimini, Banca di Forlì Credito Cooperativo, BCC di Marcon e Venezia, Banca Apulia, Banca Nuova, Credito di Romagna, Iccrea BancaImpresa, MPS Capital Services Banca per le Imprese.

Nessun commento: