9 luglio 2016

Investire in Banca Senza Rischi: Consigli e Indicazioni su Obbligazioni, Conti e Investimenti Vari

Le notizie recenti sulla situazione delle banche italiane, in particolare Monte Paschi Siena, UniCredit, UBI Banca e Banca Carige (in realtà c'è decisamente troppo allarmismo per fare pseudo-scoop giornalistici) tengono "vivi" i timori dei risparmiatori italiani dopo i salvataggi bancari tramite il bail-in di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e CariFe che ha portato all'azzeramento di azioni e obbligazioni subordinate, con i risparmi di molti del tutto bruciati. Non stiamo qui a discutere su questi eventi, lo abbiamo già fatto in altri articoli: vediamo invece alcune indicazioni e precisazioni su investimenti sicuri in banca, obbligazioni bancarie, conti correnti e deposito ecc... insomma, alcune informazioni per non farsi sorprendere allo sportello o dai "family banker" quando viene proposto qualcosa (nessuna critica o accusa specifica, non è il nostro ruolo, solo diciamo che se alcuni risparmiatori coinvolti in questa vicenda fossero stati più preparati di certo non avrebbero investito tutti i loro soldi in un unico prodotto, cioè le obbligazioni subordinate della loro banca).
Leggi anche: Le Migliori Banche Italiane e Come Scegliere una Banca

Investimenti in banca sicuri

La regola d'oro è sempre quella di diversificare gli investimenti: che siate degli esperti investitori in cerca dei massimi profitti con azioni, fondi, obbligazioni high yeld, trading... piuttosto che piccoli risparmiatori che vogliono un parcheggio sicuro per i propri soldi con magari una piccola rendita grazie ai conti deposito, le obbligazioni, i buoni fruttiferi postali... dovete sempre diversificare il portafoglio! Ok, dovete anche sempre leggere con attenzione tutte le clausole dei contratti e informarsi tramite fonti indipendenti, questo è ovvio: firmare alla cieca o quasi quanto proposto da un dipendente della banca non è certo una idea saggia.

Comunque in ogni investimento c'è un rischio, anche per il conto corrente, il conto deposito, il libretto postale o i Titoli di Stato: ma è chiaro che si tratta di rischi diversi rispetto a quelli delle azioni o delle obbligazioni bancarie. Innanzi tutto i libretti postali, i buoni fruttiferi postali, i Titoli di Stato come Bot e Btp sono garantiti dallo Stato e per perdere tutto ci vorrebbe un default totale; invece conti correnti e deposito sono tutelati fino a 100mila euro, come potete leggere nelle guide:
Tra gli investimenti meno rischiosi abbiamo quindi proprio i prodotti su citati: conti correnti (esistono anche i conti correnti remunerati, non sono tutti a tasso zero o poco sopra), i conti deposito, i buoni fruttiferi postali, i Titoli di Stato.

investimenti in banca
Le obbligazioni sono sicure? Le vicende di Banca Etruria, Banca Marche, CariFe e CariChieti hanno evidenziato che con le nuove norme per i salvataggi bancari col bail-in, le obbligazioni subordinate possono essere annullate per salvare la banca emettente: dunque per stare più sicuri conviene puntare sulle obbligazioni senior in quanto annullabili solo se non bastasse annullare azioni e subordinate (almeno per come sono le regole ad oggi).

NB: fondi comuni d'investimento, ETF, le polizze d'investimento... insomma i prodotti per il risparmio gestito che avete magari acquistato e gestite tramite la vostra banca sono ovviamente estranei al processo di salvataggio/fallimento bancario! Come anche bond, Titoli di Stato, obbligazioni di altri istituti che tenete nella vostra banca: in tutti i casi si tratta di prodotti di altri istituti o enti o società che voi "parcheggiate" solamente presso la vostra banca.

Differenze tra obbligazioni senior e obbligazioni subordinate

Le obbligazioni, dette anche bond (i Titoli di Stato sono obbligazioni governative) sono di diverso genere: tra le obbligazioni bancarie si distinguono le senior e le subordinate:
  • le obbligazioni senior hanno la precedenza nel rimborso rispetto alle subordinate: le seconde danno sempre meno diritti e in caso di bail-in per il salvataggio della banca sono al secondo posto come prodotti intaccabili (in ordine: azioni, obbligazioni subordinate, obbligazioni senior, conti correnti e deposito oltre i 100.000€)
  • per sapere se un'obbligazione è senior o subordinata basta leggere il prospetto informativo, la cui consegna al cliente è obbligatoria pena la nullità del titolo (il fatto è che molte volte i consulenti di banca non consegnano il tomo del prospetto informativo al cliente e occorre quindi andarsi a cercare questa indicazione da sé: non è difficile: i prospetti sono pubblicati anche online)
  • ovviamente il proponente l'investimento, che sia un consulente allo sportello piuttosto che un broker o un "family banker" (figura professionale che in genere si associa a Banca Mediolanum grazie alla sua campagna pubblicitaria ma che è diffusa ovviamente anche tra altri istituti), dirà che si tratta sempre di un prodotto sicuro, ma è ancora più ovvio dire che ognuno debba valutare in modo indipendente quanto viene proposto (lo diciamo anche in merito alle nostre pubblicazioni contenenti nostre analisi sui vari investimenti, figuriamoci in casi come questi) 
Come detto la regola aurea è diversificare gli investimenti, ma conviene investire nella banca in cui si ha un conto corrente o deposito? Come affermano i migliori analisti finanziari "è il miglior modo per raddoppiare il rischio di perdere tutto"! Vi consigliamo ancora una volta di leggere le guide suggerite più sopra sul bail-in per i salvataggi bancari, chiudiamo però facendo notare avendo tutto in una sola banca -risparmi col conto corrente e/o deposito, investimenti in obbligazioni e azioni della banca stessa- in caso di problemi si è esposti su tutto, come è facile intuire.

Nessun commento: