19 gennaio 2016

Investire in Azioni e Obbligazioni con 3 Portafogli Misti Anche nel 2016

Investimenti in fondi ETF con panieri misti in azioni, obbligazioni societarie e governative per unire investimenti sicuri ad altri più redditizi con maggior rischio, seppur sempre con prudenza: nell'attuale situazione di mercato con i Titoli di Stato con rendimenti minimi, i risparmiatori devono trovare soluzioni differenti non solo per la correzione di fine anno ma anche per il 2016, per il futuro a breve-medio periodo visto che, col potenziamento del Quantitative Easing della BCE deciso il 3 dicembre ed altri fattori internazionali, gli investimenti in obbligazioni sono sicuri (per lo meno in Titoli europei) ma generalmente molto poco remunerati.
Leggi anche: Investire in Borsa nel 2016, Azioni Consigliate e Previsioni

Investire nel 2016 in bond, azioni in Borsa e liquidità: tre considerazioni importanti

Minimizzare il rischio e massimizzare il guadagno è il grande dilemma di ogni investitore che, in base alla propria propensione al rischio, deve costruire il suo portafoglio. Ovviamente non può mancare una precisa analisi della situazione dei mercati. Su queste basi, gli analisti di AdviseOnly evidenziano quattro punti, quattro "certezze" dell'attuale fase:
  • le azioni sono un investimento generalmente migliore di bond e obbligazioni varie (come sempre, specifichiamo che si tratta di opinioni espresse dopo un'analisi accurata, ma ognuno deve valutare per sè se ci sono possibilità migliori per la propria situazione)
  • in ogni caso va riservata una quota nel portafoglio ai titoli a reddito fisso, anche se i rendimenti sono bassi
  • occorre diversificare anche le valute di riferimento: oltre all'euro ovviamente in primo piano il dollaro che, oltre ad essere molto forte sull'euro, è anche ormai visto come bene rifugio più dell'oro (cfr i due focus La FED Usa e i tassi d'interesse e Previsioni sull'andamento dell'euro-dollaro)
  • per guadagnare con le obbligazioni occorre prendersi qualche rischio: ovviamente non si consiglia di andare a pescare tra i bond dei Paesi Emergenti a rischio default per spuntare rendimenti più alti, sarebbe in contraddizione con tutto quello che abbiamo sempre consigliato, va inteso invece che è possibile allargare i propri orizzonti verso altri prodotti che i soliti Titoli di Stato e gli investment grade (tipici dei piccoli risparmiatori) puntando ad esempio sulle obbligazioni corporate high yield Usa

Portafogli d'investimento in fondi ETF su obbligazioni, azioni, euro e dollaro: tre livelli di rischio

investimenti in etf: azioni, bond, liquidità
Su queste basi, gli analisti di AdviseOnly hanno elaborato tre panieri con grado di rischio basso, medio e medio-alto, composti da un mix fondi indice – ovvero ETF, Exchange Traded Funds – per investire in azioni e obbligazioni varie ma anche in liquidità su euro e dollaro.

I tre portafogli d'investimento in ETF, scelta interessante perchè i fondi di questo genere hanno bassi costi e sono facili da gestire quasi per ogni investitore con un po' di esperienza, hanno in comune la combinazione di di bond, azioni in Borsa e liquidità, ma ovviamente si differenziano nelle proporzioni di prodotti proprio per la differenza propensione al rischio e, dunque, per i profitti attesi.
Leggi anche: Consigli di Investimento col Quantitative Easing in Corso: Tre Portafogli per Guadagnare Limitando i Rischi
Portafoglio d'investimento in ETF con rischio basso
Liquidità
-PowerShares Euromts Cash 3 M. F. 35%



Titoli di Stato
-Pimco Us Dollar Short Matur. Ucits Etf 20%
-Ishares Barclays Em.Mkt Local Gov Bond 5%
-Ishares $ Tips Ucits Etf 5%
Obbligazioni corporate
-Ubs Bar Eur Area Liq Cor 1-5 Y Ucits Etf 15%



Azioni
-Spdr S&P Glbl Dividend Aristocrats Etf 10%
-Lyxor Etf Japan (Topix) D-eur A/i 5%
-Ubs-etf Msci Emu A 5%
In questo portafoglio a basso rischio in primo piano c'è l'asset class della liquidità (20% in dollari -Pimco Us Dollar- e 35% euro) in quanto approdo sicuro in momenti di incertezza: siamo all'87/100 di liquidità e al 13/100 di rischio. Un 5% va in bond di paesi emergenti, mentre le azioni sono al 10% in titoli ad alto dividendo e al 10% (5+) sui mercati europeo e giapponese.
Leggi anche: Investimenti 2016 in Obbligazioni, le Previsioni degli Analisti
Portafoglio d'investimento in ETF con rischio medio
Liquidità
-PowerShares Euromts Cash 3 M. F. 19%





Titoli di Stato
-Pimco Us Dollar Short Matur. Ucits Etf 25%
-Ishares Barclays Em.Mkt Local Gov Bond 7%
-Ishares $ Tips Ucits Etf 7%


Obbligazioni corporate
-Ubs Bar Eur Area Liq Cor 1-5 Y Ucits Etf 10%





Azioni
-Spdr S&P Glbl Dividend Aristocrats Etf 10%
-Lyxor Etf Japan (Topix) D-eur A/i 5%
-Ubs-etf Msci Emu A 12%
-IShares Msci Emerg. Markets (Acc) (Ie) 5%
Col portafoglio d'investimento a rischio medio (liquidità 87/100, rischio 13/100)  la porzione di liquidità passa dal 55% al 44%, soprattutto spostandosi verso il biglietto verde (19% euro, 25% dollari), mentre salgono le obbligazioni, in particolare i bond societari che arrivano al 15%, ed ovviamente sale la quota d'investimenti in azioni -32%- con l'aggiunta anche delle borse emergenti.
Leggi anche: Investire in Obbligazioni nel 2016, i Migliori Bond Bancari e Corporate
Portafoglio d'investimento in ETF con rischio medio-alto
Liquidità
-PowerShares Euromts Cash 3 M. F. 5%





Titoli di Stato
-Pimco Us Dollar Short Matur. Ucits Etf 10%
-Ishares Barclays Em.Mkt Local Gov Bond 10%
-Ishares $ Tips Ucits Etf 10%


Obbligazioni corporate
-Ubs Bar Eur Area Liq Cor 1-5 Y Ucits Etf 14%





Azioni
-Spdr S&P Glbl Dividend Aristocrats Etf 17%
-Lyxor Etf Japan (Topix) D-eur A/i 12%
-Ubs-etf Msci Emu A 17%
-IShares Msci Emerg. Markets (Acc) (Ie) 5%
Il portafoglio in ETF a rischio medio-alto è quello con la più elevata quota di investimenti in azioni, che arriva al 51%, con precisamente il 17% in titoli ad alto dividendo e un 5% anche in azioni a dividendo medio; notevole anche il 17% in azioni europee. Rischio 19/100, liquidità 88/100.

Nessun commento: