5 giugno 2017

Conto Corrente o Deposito e Libretto Postale per Gestire i Risparmi

Il libretto di risparmio è simile ad un conto corrente ma con molti meno servizi, il conto deposito serve per investire tenendo ferma la liquidità.
Che differenza c'è tra conto corrente, conto deposito e libretto di risparmio? In tutti e tre i casi si versano dei soldi presso un istituto, ma le operazioni che si possono fare e gli scopi da perseguire sono ben diversi. Capire con maggiore chiarezza cosa siano e come si utilizzano, quali scopi e quali vantaggi hanno conti correnti, un conti deposito ed libretti di risparmio è fondamentale: certo a grandi linee tutti sono informati, ma proviamo a dare qualche elemento in più.

A cosa serve il conto corrente e cosa si può fare - Un conto corrente, detto anche conto dispositivo, può essere sia bancario che postale ed è uno strumento per la gestione delle finanze personali, più precisamente del denaro “spendibile”: con un conto corrente sono possibili operazioni come appunto il versamento ed il prelievo di liquidità in qualunque momento, i bonifici, la domiciliazione delle bollette di casa, l’accredito dello stipendio o della pensione; si ha a disposizione una carta di debito (bancomat), il libretto degli assegni, eventualmente carte di credito e carte prepagate ricaricabili. Ogni conto corrente ha un codice IBAN per essere identificato e anche un codice Bic-Swift per le operazioni internazionali.
Nella guida completa al conto corrente trovate tante altre istruzioni e consigli per la gestione del conto.
Il conto deposito serve per investire - In questo caso parliamo di uno strumento per proteggere i risparmi dall’inflazione ma anche per investire e guadagnare grazie ai tassi di interesse, ai rendimenti, che sono ben maggiori di quelli di un conto corrente; con un conto deposito non si hanno spese di gestione a differenza che i conti correnti, e come detto i tassi di interesse sono ben più elevati. Il fatto è che per riceverli appieno occorre vincolare le somme depositate, ovvero accettare di tenere ferma tutta la liquidità immessa nel conto per un periodo variabile (tra i 3 ed i 24 mesi circa: più è lungo il periodo di deposito e maggiori sono i rendimenti); per questo è importante avere chiara la differenza tra conto deposito libero o vincolato.
differenze tra conto corrente, conto deposito, libretto di risparmioNB: non si ha a disposizione nessuna delle operazioni tipiche dei conti correnti ed il prelievo implica, nel caso di conto deposito vincolato, la perdita totale o quasi degli interessi maturati (alcuni conti addirittura non lo permettono). Ci sono però alcune eccezioni, come ad esempio il conto deposito Rendimax Banca IFIS che offre la possibilità di "svincolo a chiamata", cioè di può richiedere lo svincolo parziale o totale senza perdere nulla, bisogna però fare richiesta almeno un mese prima.
Insomma, il conto deposito è un investimento sicuro e come un investimento va trattato: i soldi cioè non sono utilizzabili per altro.

Il libretto di risparmio postale o bancario - Potete leggere qui la Guida completa al libretto postale, nell'ambito di questo confronto tra libretti e conti diciamo che i libretti di risparmio postali sono dei depositi a vista, emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e collocabili soltanto presso Poste Italiane; a differenza dei conti deposito, con il libretto di risparmio si può prelevare in ogni momento e sono sempre rimborsabili (ovviamente gli interessi sono minori che un conto deposito, ma spesso sono attive diverse promozioni sul libretto postale per rendimenti premiali).
Del tutto simili i libretti di risparmio delle banche, anche se alcune condizioni possono cambiare. Da valutare però anche la possibilità del conto corrente di base: come i libretti di risparmio si tratta di prodotti adatti a categorie di consumatori che, come i pensionati, non necessitano di operatività elevata e quindi possono risparmiare su parecchie spese.
Come coi conti deposito, anche col libretto non si hanno a disposizione le varie possibilità e gli altri strumenti di un conto corrente, solo il prelievo e la carta di debito (simile al Bancomat) ma d'altra parte il libretto di risparmio è un prodotto per una semplice gestione.

Nessun commento: