Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Come Investire con la Crisi in Grecia: Scenari per gli Investimenti dopo il Referendum, Trattative o Default

lunedì 6 luglio 2015 Aggiornato il:

Vince il NO al referendum greco, scenari possibili ed effetto sugli investimenti - A cosa devono stare attenti risparmiatori e investitori ora che la crisi in Grecia "riparte" dopo che la consultazione popolare ha dato esito negativo e sono quindi necessarie nuove trattative sul debito e gli aiuti? Continuiamo le pubblicazioni sul tema come investire con la crisi in Grecia: dopo l'articolo Investire in Borsa e obbligazioni per ridurre o sfruttare i rischi della crisi greca ci occupiamo dei possibili scenari di breve-medio termine che dipendono dal nuovo giro di trattative tra FMI-BCE-UE e il governo Tsipras ma anche da quello che succederà il 20 luglio, ovvero se la Grecia riuscirà a pagare la quota di debito alla BCE per non essere in totale default, perdere la liquidità d'emergenza che mantiene in vita il suo sistema bancario, essere costretta al bail-in sui conti correnti e deposito dei suoi cittadini e quindi dare uno scossone fortissimo ai mercati e il via ad una fiammata speculativa che colpirebbe molti investimenti.

Il totale fallimento greco dipende dalla liquidità d'emergenza ELA fornita dalla Banca Centrale Europea, senza la quale il sistema finanziario della Grecia crollerebbe in pochi giorni. Anche se la BCE non è un organo politico e segue in parte le indicazioni dei capi di Stato e di governo europei, è un'istituzione fortissima e con un elevato grado di autonomia decisionale: i mercati guardano con estrema attenzione alle sue mosse, se fosse costretta a sospendere il sostegno al sistema bancario greco per via del default allora si aprirebbero scenari di grande instabilità e speculazione. Le trattative sono ripartite subito dopo l'esito del referendum ma il tempo stringe, il ministro delle Finanze greco Varoufakis si è dimesso perchè si è reso conto di essere malvisto dai colleghi europei (scelta davvero responsabile e degna di lode) ma la paura di un disastro finanziario è tangibile nonostante le dichiarazioni di ottimismo.

Due sono le possibilità che si aprono a questo punto, con relativi effetti su mercati e investimenti: vediamo quali.

Leggi anche:
Rendimenti Conti Deposito e Bot in Aumento per la Crisi in Grecia Spread BTp Bund e Crisi Grecia: Previsioni e Effetti sui Titoli di Stato e l'Italia
Investire in Btp, Bund e US Bond con la Crisi in Grecia: Strategie e RischiCrisi Grecia: rischi per l'Italia con default e uscita dall'euro, il FMI mette in guardia

Ristrutturazione del debito, nuovi aiuti alla Grecia che resta nell'euro

Ormai è chiaro a tutti ed è stato ammesso anche dal FMI: il debito greco non è sostenibile per come è ora e senza aiuto la Grecia non ce la farà mai perchè la sua economia è di fatto a terra, oltre a non avere grandi risorse da sfruttare nè una struttura industriale e di servizi adeguata.
Sì è anche compreso che la strategia fin'ora intrapresa da UE, BCE, FMI e i vari Stati europei nei confronti di Atene è stata fallimentare e il tutto va ridisegnato su nuove basi. Occorre che tutti, governo greco compreso, ammettano gli errori fatti nel passato anche recente e che si riparta con l'intento di costruire qualcosa di sano e duraturo (di certo non sarà facile).

E' necessario però che si affronti l'emergenza attuale, perchè dopo il NO al referendum il tempo stringe e gli speculatori sono pronti a far saltare i mercati, cosa che accadrebbe in caso di default greco il 20 luglio con chiusura dell'ELA da parte della BCE.

Occorre che la BCE continui con gli aiuti finanziari, che ci siano accordi temporanei per passare indenni i prossimi mesi nei quali devono essere avviate nuove e più profonde trattative, devono rimanere attivi i controlli sui capitali e la gestione d’emergenza del sistema bancario (anche a costo di chiudere gli sportelli bancari come nell'ultima settimana).

Se le cose dovessero andare così, allora gli investimenti con le migliori performance sarebbero quelli con un certo grado di rischio come i Titoli di Stato dei Paesi Periferici dell'area euro (Btp e Bot italiani, Bonos spagnoli) e le azioni in Borsa sempre di tali paesi.

Leggi anche:
Titoli di Stato e Crisi Grecia: col Default e la Grexit Sarebbero Guai Grecia, Conseguenze del Fallimento: Cosa Accade col Default

Trattative fallite, Grecia in default e fuori dall'euro

come investire con la crisi in greciaCome detto il 20 luglio sarà una data cruciale: ad ora appare molto difficile che la Grecia possa davvero pagare la quota di debito alla BCE -scriviamo esattamente il giorno dopo il referendum- dunque si teme che la Banca Centrale Europea sarà costretta a bloccare la liquidità d'emergenza, se non ci saranno novità sostanziali. 

In questo caso ci sarebbero le peggiori ipotesi di Grexit, con la Grecia fuori del tutto o in parte dall'Unione Monetaria, costretta a mettere in circolazione una nuova dracma e ad attuare il bail-in (prelievo forzoso sui depositi dei greci per procurarsi liquidità visto che non avrebbe più gli euro della BCE): i risultati sarebbero il collasso finanziario, l'inflazione galoppante, investitori e finanziatori che scappano (ecco perchè il governo Tsipras ha avviato già da mesi trattative con Cina e Russia).

Come investire in caso di Grexit e default della Grecia? Se non siete speculatori nati allora vi dovreste rivolgere ad investimenti a reddito fisso con brevissima duration, agli investimenti in oro e altri beni rifugio, alle monete forti e "lontane" dalla crisi greca come dollaro, sterlina, franco svizzero, alle azioni più difensive in grado di reagire in breve tempo all'inevitabile choc che investirebbe i mercati. Da considerare anche che ci sarebbero parecchie possibilità di buoni investimenti a prezzi di saldo soprattutto tra i titoli borsistici europei.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni