Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Prestiti Cambializzati: Come Funziona la Cambiale, Come Chiederla

mercoledì 6 maggio 2015 Aggiornato il:

I prestiti cambializzati sono prestiti personali rimborsabili con cambiali a cadenza mensile: ecco come funzionano - I finanziamenti cambializzati possono essere richiesti sia da lavoratori dipendenti o autonomi che da pensionati i quali possono chiedere di rimborsare il prestito tramite cambiale. Segnaliamo subito che su questa forma di finanziamento gravano tassi di interesse elevati, di conseguenza un prestito cambializzato dovrebbe essere considerato come una soluzione di ripiego.

I prestiti cambializzati sono conosciuti anche come prestiti fiduciari e consistono in finanziamenti che si rimborsano con cambiali al posto dei versamenti rateali: sono purtroppo tornati in uso per via della crisi economica, infatti la domanda di un prestito cambializzato è gravata da meno richieste di garanzie rispetto alle formule più recenti di finanziamento. Tra i vantaggi troviamo che possono essere richiesti per importi modesti, non è necessario il controllo in banca dati e possono accedervi anche i cattivi pagatori.
Nella pagina Prestiti e finanziamenti, guida completa trovate altre indicazioni, risorse e recensioni.
Quasi tutte le banche e gli istituti di credito possono erogare prestiti cambializzati, ma sono pochi quelli che li utilizzano a causa degli elevati tassi di interesse che rendono impopolare questo tipo di finanziamento, inoltre la percentuale di prestiti insoluti è più elevata. Abbiamo appunto segnalato che i finanziamenti cambializzati sono una soluzione di ripiego, ma nonostante le difficoltà con cui vengono concessi, sono ugualmente più richiesti rispetto a qualche anno fa, anche a causa della crisi che rende più difficile affrontare le normali spese quotidiane.

Con un prestito cambializzato o fiduciario non si rimborsa la somma richiesta con un piano di ammortamento a rate, con importi che solitamente vengono addebitati direttamente sul conto corrente: i prestiti cambializzati vengono rimborsati difatti con le cambiali. L'importo di ogni cambiale non dovrebbe superare il 30% del proprio reddito mensile, ma questo limite è in vigore per ogni tipo di finanziamento.

La cambiale permette di ottenere finanziamenti cambializzati: conviene?
Sembra incredibile ma le cambiali
sono ancora molto utilizzate!
Perché ricorrere alle cambiali? Si ricorre alle cambiali in quanto questi finanziamenti possono essere richiesti anche da chi è stato segnalato come cattivo pagatore oppure al registro Crif o è protestato: il prestito cambializzato non è sottoposto ai controlli che vengono invece effettuati durante l'istruttoria. Per questi motivi e perché lo si può ottenere per poche migliaia di euro, viene erogato velocemente.

Una cambiale è un titolo esecutivo, ovvero in caso di mancato pagamento da parte del debitore la banca o la finanziaria possono subito inviare notifica diretta di atto di precetto, primo passo per arrivare al pignoramento dei beni del cliente: ecco perché ultimamente gli istituti di credito accettano più facilmente di erogare prestiti fiduciari.

Per richiedere un prestito a cambiali si compila un modulo apposito presso l’istituto a cui lo si domanda: per i lavoratori dipendenti la garanzia in genere è il tfr, per chi invece è un autonomo una polizza vita accesa da almeno 2 anni (ma un garante può in ogni caso essere richiesto); comunque le garanzie non sono richieste così fortemente che come con gli altri finanziamenti, anche se certamente può aiutare sempre la presenza di una garante del prestito. La cifra è erogata con assegno.

Non possiamo che mettervi in guardia: gli elevati tassi di interesse ed i costi accessori ed il fatto che il solo salto del pagamento di una cambiale può avere conseguenze davvero pesanti rendono il prestito cambializzato una scelta azzardata.

Nessun commento:

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni