Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+

Risparmiare sulle Spese del Conto Corrente: 11 Utili Consigli

venerdì 5 dicembre 2014 Aggiornato il:

Per risparmiare sui costi del conto corrente il primo consiglio che vi diamo è di aprire un conto online in quanto rimanere fedeli al vecchio c/c bancario può costare molto poiché le spese, dopo un determinato periodo, passano dall'essere a costo zero a pesare sulla cifra depositata. Anche la Banca d'Italia e le associazioni dei consumatori sottolineano quanto è sconveniente mantenere il conto corrente sempre nella stessa banca. Vediamo allora quali sono i luoghi comuni e le spese superflue sui conti correnti, fornendo allo stesso tempo altri consigli utili per risparmiare.

Cambio conto corrente: si risparmia?

Cambiare conto corrente richiede tempo. Passare ad un'altra banca conviene? I conti correnti sono tutti uguali. Questi e altri luoghi comuni vanno smentiti. Come detto in precedenza le associazioni dei consumatori e la stessa Banca d'Italia incoraggiano al cambio di conto corrente e consigliano di cambiare banca, in quanto gli utenti possono arrivare a risparmiare fino a 100 euro all'anno: questo dato deriva da una ricerca di mercato sulle spese di tenuta conto svolta dal Centro Tutela Consumatori Utenti. Negli ultimi anni le offerte proposte sul mercato si sono moltiplicate garantendo di conseguenza maggiori possibilità di risparmio. Altri vantaggi che si ottengono nel cambiare banca sono i profitti derivanti dalle somme vincolate, i regali di benvenuto, eventuali buoni spesa o concorsi a premi, Telepass gratuito, assicurazioni per viaggi, carte di debito, prepagate o di credito a costo zero.

Cambiare conto corrente: vanno tolti i pagamenti periodici?

Col cambio di conto corrente la nuova banca si fa carico delle operazioni di trasferimento dei pagamenti periodici, non sono quindi richieste rimozioni di utenze domestiche o comunicazioni all'azienda per l'accredito dello stipendio e rimarranno in essere le scadenze di eventuali pagamenti di mutui e le rate dei prestiti.
Nella guida completa al conto corrente trovate tante altre istruzioni e consigli per la gestione del conto.

Risparmiare sul conto corrente: le operazioni allo sportello

Le commissioni bancarie per il pagamento di utenze presso gli sportelli arrivano a costare fino a 5 euro, per risparmiare consigliamo di domiciliare le bollette su conto corrente o carta di credito. Ulteriori 5 euro possono essere risparmiati pagando i bonifici online in quanto spesso non costano più di un euro e a volte sono anche gratuiti. Anche i prelievi all'ATM sono convenienti, le commissioni per effettuare la stessa operazione allo sportello della banca arrivano a costare fino a 3 euro.

Conto corrente in rosso: costi e vincoli

La maggior parte delle banche richiede il pagamento delle commissioni d'istruttoria veloce ai clienti che si trovano in rosso sul conto corrente il cui costo può arrivare fino a 50 euro che vanno sommati al tasso passivo. L'applicazione della mora spesso avviene dopo una settimana dallo sforamento ed è sempre impiegata se il conto corrente è in rosso per più di 500 euro. Vi consigliamo di richiedere un prestito personale o finalizzato per superare questa situazione in quanto i prestiti hanno costi più contenuti.
Nel caso si desideri aprire un nuovo conto corrente in presenza di un c/c bancario in rosso, ricordiamo che l'operazione è permessa da tutte le banche, il vecchio conto si può saldare in successivamente; è invece proibita la chiusura di un conto in rosso.

Consultare saldo e movimenti del conto corrente online

Consultando online movimenti e saldo del conto corrente, si risparmiano fino a 3 euro: questo è il costo che può raggiungere la stessa operazione effettuata allo sportello della filiale. Le banche oltre al servizio gratuito home banking mettono a disposizione dei clienti anche applicazioni dedicate per smartphone e tablet, inoltre è gratuita anche la consultazione presso gli ATM. L'internet banking permette non solo di spendere meno, ma anche di risparmiare tempo.

Risparmiare sui costi del conto corrente, alcuni consigli utiliCarte di credito in eccesso

Sulla carta di credito gravano delle commissioni da pagare annualmente alle quali si sommano le spese per emissioni o rinnovi; richiedendo una seconda carta di credito il canone sarà superiore rendendo questa operazione ancora più costosa. Per risparmiare sulle spese delle carte di credito consigliamo gli istituti di credito CheBanca!, ING Direct e HelloBank! che all'apertura del conto corrente includono una carta di credito gratis.

Prelievi presso ATM di altri istituti di credito

Quasi tutte le banche chiedono ai propri clienti fino a 2,50€ per i prelievi effettuati presso gli sportelli ATM di altri istituti di credito. Se desiderate risparmiare meglio cercare lo sportello ATM più vicino della propria banca.

Risparmiare sulle spese all'estero: meglio carta di credito o bancomat?

Utilizzare la carta di credito quando si viaggia all'estero risulta comodo, ma allo stesso tempo questa comodità può arrivare a costare molto in commissioni: fino al 48% in più rispetto ad una carta di debito. Meglio allora usare il bancomat per spendere meno tenendo presente che se  unito a un conto corrente online, permette di risparmiare ulteriormente.

Articoli più letti negli ultimi 30 giorni